Risotto ai funghi porcini con riso Carnaroli Due Alfieri

Risotto ai funghi porcini

quantità4
tipologia di riso utilizzata Carnaroli
tempo di preparazione 30 min.
380 g riso Carnaroli
1 l brodo vegetale
400 g funghi porcini
prezzemolo tritato
1 cipolla tritata fine
sale e olio q.b.
4 noci di burro
parmigiano grattugiato

Procedimento

Pulite i funghi porcini, strofinandoli delicatamente con un panno umido e pulito, e affettate sia le cappelle che i gambi.
In una pentola capiente mettete a fondere 2 noci di burro, aggiungete la cipolla tritata finemente facendola appassire. Unite il riso e fatelo tostare per pochi minuti. Una volta tostato, aggiungete un mestolo di brodo vegetale e cuocete, continuando ad aggiungere brodo quando serve.
In un’altra pentola, mettete l’olio e uno spicchio di aglio che farete rosolare qualche istante, aggiungete i funghi precedentemente puliti e tagliati. Fateli cuocere per circa 10 minuti aggiungendo sale e pepe macinato, terminate la cottura aggiungendo se serve del brodo vegetale. Spegnete il fuoco e aggiungete il prezzemolo tritato, il parmigiano grattugiato e il burro restante per mantecare il tutto. Lasciate riposare qualche secondo, impiattate e guarnite ogni piatto con alcuni funghi che avrete lasciato da parte.
Buon appetito!
Sushi con riso Originario Due Alfieri

Sushi

quantità8
tipologia di riso utilizzata Originario
tempo di preparazione 60 min.
Per il riso:
Riso Originario Due Alfieri 500 g
Aceto di riso
Zucchero
Sale fino
Acqua
Alga Nori
Per i nigiri e uramaki:
Salmone
Tonno fresco
Gamberi
Branzino
Cetriolo o avocado a bastoncini sottili
Formaggio fresco spalmabile

Procedimento

Preparazione del riso:
Mettete 500 g di RISO ORIGINARIO DUE ALFIERI dentro una ciotola e lavatelo sotto acqua corrente fredda, fate almeno 5 risciacqui, fino a che l’acqua sarà diventata limpida, lasciatelo a bagno per 15 minuti, scolatelo e fatelo riposare in un colino per altri 15 minuti.
Ponete il riso in una pentola e copritelo a filo con dell’acqua. Coprite con un coperchio e portate a bollore. Versate 150 ml di aceto di riso in un pentolino, aggiungete 60 g di zucchero e 5 g di sale fino, scaldate il tutto facendo sciogliere lo zucchero, poi spegnete e fate raffreddare.
Una volta che l’acqua del riso sarà andata a bollore, abbassate la fiamma e cuocete a fuoco basso per 8-10 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate riposare con il coperchio per altri 10 minuti.
Trasferite il riso in un recipiente basso e largo e irroratelo con la miscela di aceto di riso, smuovete il riso delicatamente sventagliandolo per raffreddarlo e fare evaporare l’aceto di riso.

Ora siete pronti per preparare i vostri nigiri e uramaki.
Per i nigiri assicuratevi di aver acquistato del pesce rigorosamente abbattuto, tagliatelo a fette molto sottili, sgusciate invece i gamberi togliendo testa e corazza. Con le mani fate delle polpette di riso allungate e disponete le fette di pesce o i gamberi sopra le polpettine. Ogni volta che prelevate del riso cotto, ricordate di bagnarvi le mani in una ciotola di acqua acidulata con uno-due cucchiai di aceto di riso. Ecco pronti i vostri nigiri!
Per gli uramaki, posizionate una foglia intera di alga nori su una stuoietta apposita, stendete il riso su tutta la superficie dell’alga e cospargete il riso con i semi di sesamo.
Prendete ora la foglia di alga da una parte e capovolgetela, lasciando il riso a contatto con la stuoia. Farcite l’uramaki con gli ingredienti che più preferite (formaggio fresco e cetriolo, salmone e avocado, tonno fresco, gamberi ecc.). Ora prendete il bordo inferiore della stuoia e arrotolate il tutto come un involtino.
Fate pressione sul rotolo per compattarlo, ecco pronti i vostri uramaki pronti da tagliare e da accompagnare a salsa di soia e una punta di wasabi!
Insalata di riso con Thaibonnet Due Alfieri

Insalata di riso

quantità 4
tipologia di riso utilizzata Thaibonnet
tempo di preparazione 45 min.
300 g riso Thaibonnet
200 g tonno al naturale
150 g pomodori ramati
fagioli neri
mais
olive nere denocciolate
prezzemolo
sale fino q.b.

Procedimento

Per realizzare l’insalata di riso iniziate a preparare gli ingredienti che costituiranno il condimento: lavate e tagliate a metà i pomodori, scavate la polpa con un cucchiaino e tagliateli a cubetti.
Tagliate le olive denocciolate a rondelle. Tritate il prezzemolo che servirà per aromatizzare l’insalata.
Ora che il condimento è pronto occupatevi del riso: in una pentola mettete a bollire dell’acqua salata, versate il riso.
Una volta cotto, scolatelo e unitelo al condimento precedentemente preparato.
Affettate il tonno e unitelo al riso, per terminare aromatizzate con il prezzemolo tritato. Mescolate per amalgamare gli ingredienti.
Coprite la ciotola con la pellicola e conservate l’insalata in frigorifero in modo che il riso assorba tutti i sapori.
risotto alle fragole preparato con Riso Due Alfieri

Risotto alle fragole

quantità 4
tipologia di riso utilizzata Carnaroli
tempo di preparazione 30 min.
320 g riso Carnaroli
60 g Vino bianco
1 l Brodo vegetale 900 g
1 Scalogno
20 g Olio extravergine d'oliva
40 g Burro
250 g Fragole
Sale fino q.b.

Procedimento

Dopo aver scaldato a fuoco basso l’olio di oliva in un tegame, aggiungetevi lo scalogno sbucciato e tritato finemente, fatelo appassire per 5-6 minuti mescolando di tanto in tanto.
Versate il riso Carnaroli nel tegame insieme allo scalogno e fatelo tostre per tre minuti, mescolando. Sfumate con il vino bianco e lasciatelo evaporare.
Versate il brodo un po’ alla volta, facendolo assorbire.
Portate a cottura il risotto per 15-17 minuti.
Una volta pronto, mantecate con il burro a fuoco spento. Unite in ultimo le fragole che avrete tagliato a pezzetti.
Amalgamate bene il tutto e buon appetito!

risotto allo zafferano preparato con Riso Due Alfieri

Risotto allo zafferano

quantità 4
tipologia di riso utilizzata Carnaroli
tempo di preparazione 30 min.
380 g riso Carnaroli
1 l brodo vegetale
125 g burro
200 ml vino bianco
1 cipolla
1 bustina di zafferano
1 pizzico di zafferano in pistilli
150 g di parmigiano grattugiato

Procedimento

In una padella fate imbiondire il trito di cipolla in 80 g di burro sciolto a fuoco lento; unite il riso facendolo tostare. Alzate il fuoco e sfumate il riso con il vino, dopodiché bagnatelo con il brodo bollente, mescolandolo, continuando così fino a cottura ultimata.

Negli ultimi minuti, aggiungere lo zafferano sciolto in poco brodo, amalgamando bene.
Mantecate il riso con il parmigiano grattugiato e con il burro rimasto.

Lasciate riposare il risotto qualche minuto prima di servirlo e decorate i piatti di portata con i pistilli di zafferano.
Risotto caprino e pistacchi preparato con Riso Due Alfieri

Risotto caprino e pistacchi

quantità 4
tipologia di riso utilizzata Carnaroli
tempo di preparazione 30 min.
380 g riso carnaroli
1 l brodo vegetale
150 g granella di pistacchi
150 g caprino
mezza cipolla tritata fine
sale e olio q.b.
4 noci di burro
parmigiano grattugiato

Procedimento

In una padella fate soffriggere la cipolla con un filo d’olio, aggiungete il riso e fatelo tostare per 3 minuti.
Unite il brodo poco alla volta, aggiungete 100 g di pistacchi tritati finemente e aggiustate di sale.

A fine cottura aggiungete il burro, il caprino e il parmigiano, amalgamate il tutto e lasciate riposare per 2 minuti.
Servite decorando ogni piatto con il resto dei pistacchi.

Arancini di riso con acciughe e mozzarella

Arancini di riso con acciughe

quantità 4
tipologia di riso utilizzata Roma
tempo di preparazione 40 min.
400 g riso Roma
1,5 l brodo
1 cipolla
50 g mozzarella
600 ml olio per friggere
filetti di acciuga
1 uovo
1 albume
zafferano
pangrattato
parmigiano
farina
olio evo
sale q.b.

Procedimento

Preparate un risotto allo zafferano, una volta pronto lasciatelo riposare per qualche ora.
Mettete il risotto in una ciotola e amalgamatelo con due cucchiai di parmigiano, l’uovo e un pizzico di sale. Tagliate la mozzarella a dadini.

Fate delle polpette con il riso, bucatele al centro con un dito e mettete un cubetto di mozzarella e un filetto di acciuga, richiudete e passate nell’albume sbattuto e nel pangrattato. Lasciate riposare gli arancini per almeno un’ora in frigo.
Scaldate l’olio in padella, immergete gli arancini fino a doratura, scolateli nella carta da cucina e serviteli caldi.

dove trovarci